Tecniche formali di Project Management

Il Project Management è una disciplina che ha formalizzato tutta una serie di tecniche e metodologie per la corretta gestione di progetti.

Volendo utilizzare una definizione ufficiale possiamo dire che “il project management è l’applicazione di conoscenze, capacità professionali e personali, metodi, tecniche e strumenti alle attività di gestione di un progetto, al fine di soddisfarne i requisiti” (fonte: Istituto Italiano di Project Management – ISIPM – “Guida alle conoscenze di gestione progetti”, ed. Franco Angeli).

Pur partendo da basi e principi comuni e trasversali, esistono attualmente diversi approcci metodologici al project management, talvolta fortemente influenzati dal contesto di utilizzo delle tecniche stesse.

Una delle principali “scuole di pensiero” è sicuramente quella proposta dall’americano PMI (Project Management Institute) e che fa riferimento ad un documento fondamentale che è il PMBOK (A Guide of the Project Management Body of Knowledge).

Altri importanti standard sono:

  • l’ICB (IPMA Competence Baseline) proposto da IPMA (International Project Management Association);
  • PRINCE2 (Project In Controlled Environment), sviluppato per volontà del Governo inglese (OGCOrganization of Government Commerce);
  • ISIPM-Base, proposto da ISIPM (Istituto Italiano di Project Management).

Altre metodologie, apparentemente più snelle e semplificate (soprattutto nelle regole formali) sono derivanti dal movimento culturale AGILE e dalla logica aziendaleLean(snello, agile) utilizzata soprattutto nella gestione dei processi organizzativi e di produzione aziendale, e si concretizzano in tecniche come SCRUM, Kanban, XP e altre ancora.

Per esperienza diretta ho utilizzato, in contesti diversi, alcune di queste metodologie.

Nel mondo dello sviluppo software italiano, dove le strutture sono – per la stragrande maggioranza – piccole e flessibili, ho trovato molto interessante la tecnica “SCRUM“, che prende in prestito il proprio nome da un particolare momento del gioco del Rugby (scrum = mischia).

Sullo SCRUM ho dedicato una pagina di questo sito.